Sei qui: Home » Offerte di prestiti » Prestiti personali BNL

Prestiti personali BNL

I prestiti personali in Italia si trovano in un momento molto favorevole. Secondo le ultime statistiche diffuse dai soggetti che effettuano questo genere di rilevazioni, infatti, il trend positivo di questo genere di finanziamenti sembra non accennare a diminuire. L’aumento delle richieste va peraltro a saldarsi con una maggiore predisposizione degli istituti di credito, i quali mostrano questo atteggiamento incoraggiati anche da un miglioramento della propria situazione.

Il riferimento è naturalmente ai crediti deteriorati, ovvero quella larga massa di prestiti i cui piani di rientro sono stati sospesi nel corso degli anni dagli utenti a causa delle difficoltà intervenute.

Con il miglioramento della situazione economica sembra che le famiglie italiane siano ora in grado di dare maggiori garanzie di rientro dei soldi prestati spingendo banche e finanziarie a concedere più facilmente i soldi richiesti.

Come fa ad esempio BNL, uno dei maggiori istituti bancari del nostro Paese.

bnl prestiti personali

Chi è BNL

La Banca Nazionale del Lavoro è nata nel 1913 come Istituto di Credito per la Cooperazione. Dopo essere diventata uno dei maggiori attori del settore, in Italia, nel 1992 da Banca di diritto pubblico controllata dal Ministero del Tesoro è stata trasformata in Società per Azioni, per poi essere privatizzata sei anni dopo, mediante un’offerta pubblica di vendita e quotata presso la Borsa di Milano.

Nel corso del 2006, quindi, è entrata nell’orbita del Gruppo BNP Paribas uno dei leader mondiali nei servizi bancari e finanziari. Presente con proprie diramazioni territoriali lungo tutto il territorio peninsulare, BNL si è ritagliata posizioni di grande rilievo nel credito al consumo, nel factoring, nel leasing, nel cash management, nel credito online, nei pagamenti internazionali e nel settore del microcredito.

Vanta inoltre importanti presidi nelle attività di international banking, investment banking, project financing, gestione dei rischi finanziari e intermediazione mobiliare e immobiliare.

Quali sono i prestiti personali erogati da BNL?

Per prestiti personali si intendono quelli che non hanno una finalità specifica, da avanzare al momento della richiesta. Chi li richiede può quindi destinare i soldi ricevuti per l’acquisto di un bene o di un servizio, oppure al rafforzamento del bilancio familiare.


Anche BNL fa largo ricorso a questo strumento, proponendo un vasto paniere di prestiti, tra i quali vanno ricordati:

  • Prestito In Novo 1click, il quale prevede un tasso fisso, ossia tale da restare lo stesso nel corso del tempo in cui avviene il piano di rientro e una rata flessibile. Per rata flessibile si intende quella che dopo sei mesi di pagamento regolare consente una rimodulazione in base alle esigenze dell’utente, permettendo anche il cosiddetto Salto rata, ovvero la possibilità di non pagare per un mese rimandando la liquidazione dell’importo a quello successivo, una possibilità che viene concessa per tre volte. L’importo finanziabile parte da 3mila e può arrivare a 100mila euro, con una durata che può andare da 6 a 120 mesi. Il prestito può anche essere richiesto online, con il vantaggio di non pagare le spese di istruttoria;
  • Prestito in Convenzione INPS, ovvero quello che una volta veniva indicato come Prestito INPDAP. Come è noto, l’Istituto Nazionale per la Previdenza dei Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica non esiste più, a seguito del riordino del sistema previdenziale disposto dal governo Monti nel 2011. Le sue funzioni sono quindi state affidare all’INPS, compresa quella creditizia. Va sottolineato che questo prestito è il risultato di una convenzione tra BNL e Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Cosa vuol dire ciò, nel concreto? Che rispetto ad un prestito diretto concesso dall’INPS è meno conveniente, in quanto chi stipula un accordo di questo genere con l’ente lo fa per guadagnarci, caricando quindi una serie di costi e commissioni che possono incrementare anche in maniera notevole la rata da corrispondere mese dopo mese. Naturalmente questa proposta è indirizzata a chi goda di un regolare contratto di lavoro nell’ambito della pubblica amministrazione o una pensione direttamente erogata dall’INPS;
  • BNL Dipendenti Pubblici, il prestito che lo stesso istituto bancario propone a coloro che lavorino nella pubblica amministrazione o nei tanti enti che rientrano in questa definizione. Si tratta di un finanziamento a tasso fisso il cui importo può andare da un minimo di 5mila euro ad un massimo di 100mila. I piani di rientro sono appunto strutturati sull’entità del prestito e possono andare da sei mesi a dieci anni;
  • BNL Green Famiglie, la soluzione ideata per chi intenda ristrutturare la propria casa puntando sul suo efficientamento energetico, ovvero dando vita ad un progetto ecosostenibile o l’acquisto di una autovettura ecologica. Anche in questo caso il tasso è fisso e l’importo finanziabile può andare da 5mila a 100mila euro, con piani di rientro che possono arrivare ad un massimo di dieci anni;
  • Prestiti per Giovani Studenti, ovvero la soluzione predisposta da BNL per chi intenda finanziare gli studi dei propri figli, le spese relative alla frequentazione di un corso di formazione, di lingua o di pittura, l’acquisto di computer, tablet, strumenti musicali, o l’effettuazione di una vacanza studio all’estero e altro. Le proposte in questione sono due: Prestito Scuola Più e Prestito BNL Sconto & Lode. Nel primo caso l’importo può andare da 500 a 3mila euro, con piani di rientro che vanno da 6 a 12 mesi, nel secondo si può elevare sino a quota 20mila euro, con il ripiano che può prolungarsi sino a dieci anni.

Come fare per capire la convenienza dei prestiti personali BNL?

Naturalmente, quando si prende in considerazione l’idea di un prestito personale, occorre anche cercare di capire quali siano le proposte più vantaggiose. Anche nel caso dei prestiti personali BNL si possono usare alcuni strumenti in grado di spianare la strada verso prodotti effettivamente convenienti, a partire dai comparatori online.

Altro modo per capire la convenienza di un prestito personale è poi quello fornito dall’analisi del TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), un indicatore molto più attendibile del TAN (Tasso Annuo Nominale), in quanto va a prendere in considerazione tutti i costi di un finanziamento, comprendendo quelli di apertura pratica, istruttoria e altri.

Puoi approfondire sul nostro articolo "come si calcolano gli interessi di un prestito".

Solitamente il TAEG può essere desunto dal modulo SECCI (Standard European Consumer Credit Information), diventato obbligatorio dal 2011 e nel quale sono contenute tutte le informazioni di base reputate necessarie a livello europeo per permettere ai consumatori di capire meglio quale sarà lo sforzo economico richiesto in fase di rientro di un finanziamento ricevuto. 

0/5 (0 Reviews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *