Sei qui: Home » Mutui » Mutui Poste: come funzionano?

Mutui Poste: come funzionano?

Molte persone si domandano se sia possibile ottenere un mutuo con le Poste, quanto sia possibile ottenere e quanto siano rapidi i tempi di erogazione.

Ebbene, abbiamo scelto di realizzare questa guida proprio con lo scopo di fornire una risposta a questi e altri quesiti,  cercando di sgombrare il campo da ogni dubbio sui Mutui Poste. Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche, e i termini di utilizzo.

È possibile ottenere un mutuo con le Poste?

La risposta è evidentemente positiva. Tra i numerosi servizi di finanziamento che Poste Italiane eroga nei confronti della propria clientela ci sono anche i Mutui Poste Italiane, pratiche linee di credito per acquistare o ristrutturare casa, o ancora per poter surrogare il proprio mutuo senza alcun costo aggiuntivo, o infine per poter sostituire il proprio vecchio mutuo ottenendo un importo aggiuntivo come liquidità, o per fare lavori a casa.

Attualmente la gamma di Mutui Poste comprende:

  • Mutuo BancoPosta Acquisto: acquisto immobile;
  • Mutuo BancoPosta Giovani: per gli under 35 che richiedono un mutuo prima casa;
  • Mutuo BancoPosta Ristrutturazione: per sostenere fino al 100% delle spese di ristrutturazione;
  • Mutuo BancoPosta Surroga: per sostituire senza costi il vecchio mutuo;
  • Mutuo BancoPosta Sostituzione + Ristrutturazione: per sostituire il vecchio mutuo e finanziare la ristrutturazione dell’appartamento;
  • Mutuo BancoPosta Sostituzione + Liquidità: per sostituire il vecchio mutuo e ottenere una quota di liquidità da destinare a diverse esigenze.

Come funziona?

Il funzionamento dei Mutui BancoPosta è molto semplice anche se – occorre rammentarlo fin da questa sede introduttiva del nostro approfondimento – non sono le Poste Italiane ad erogare il mutuo, bensì uno degli istituti di credito con cui Poste ha stipulato una convenzione, ovvero Intesa Sanpaolo e Deutsche Bank.

Dunque, la sede delle Poste Italiane raccoglierà tutte le informazioni e le documentazioni legate alla richiesta del mutuo, similmente a quanto farebbe qualsiasi istituto di credito,  ma l’istruttoria e la delibera arriveranno da una delle banche convenzionate. Per il resto, non ci sono specifiche particolarità che distinguono il mutuo postale da un ordinario mutuo bancario.

Quanto si può ottenere?

L’importo che si potrà ottenere attraverso i mutui di Poste Italiane dipende dalla propria capacità di rimborso (è ammesso un indebitamento mensile netto che non dovrà essere eccedente il 30-40% del reddito disponibile) e dalla tipologia di mutuo prescelto. In particolar modo, il limite di finanziabilità è pari:

  • all’80%  del valore dell’immobile per il mutuo Acquisto e il mutuo Giovani;
  • al 100% del valore delle spese di ristrutturazione per il mutuo Ristrutturazione.

Quali sono i requisiti per ottenerlo?

Come abbiamo già anticipato qualche riga fa, non è Poste a erogare il mutuo, bensì uno degli istituti di credito partner, come Deutsche Bank o Intesa Sanpaolo. Ne deriva che la valutazione del merito creditizio verrà effettuata dalla banca, e non dall’ufficio postale.

Ciò premesso, è comunque possibile indicare alcuni dei requisiti che potranno permettere all’aspirante mutuatario di poter ottenere il proprio credito, come, tra i più importanti, un reddito dimostrabile che possa sostenere lo sforzo finanziario richiesto in virtù del nuovo mutuo.

Mutui poste prima casa: calcolo e simulazione

Presso tutte le filiali dei Poste Italiane sarà possibile richiedere il calcolo e la simulazione del mutuo. L’incaricato effettuerà in questo modo il preventivo del finanziamento, permettendoti di comprendere quale sarà il valore della rata da pagare e quali le spese che bisognerà sostenere per poter arrivare a disporre del finanziamento in grado di permettere l’ottenimento del mutuo.

Tempi di erogazione

Non sempre è facile cercare di stimare i tempi di erogazione di un mutuo con Poste Italiane, considerato che molto dipenderà dal carico di lavoro dell’istituto erogante, dalla completezza della documentazione presentata e dalla possibilità che possano o meno essere richieste delle integrazioni.

Si tenga anche conto che non è Poste Italiane a effettuare la valutazione istruttoria, ma uno degli istituti di credito partner che non ha un contatto diretto con il cliente finale. Questo potrebbe potenzialmente incrementare di qualche giorno i tempi di erogazione.

In linea di massima, però, dal momento della fornitura di tutta la documentazione completa al momento dell’erogazione, potrebbero trascorrere alcune settimane.

Opinioni

I mutui Poste Italiane hanno permesso a centinaia di migliaia di persone, negli ultimi anni, di poter ottenere un finanziamento utile per realizzare la propria operazione di acquisto, ristrutturazione o sostituzione. Si tratta di un mutui rivolti prevalentemente alla clientela postale (quella che, per intenderci, ha già un libretto o un conto BancoPosta), mentre fortemente ridotto sembra essere l’appeal per tutti i clienti già bancarizzati, che non hanno particolare convenienza a domandare un finanziamento presso le agenzie.

Peraltro, come abbiamo più volte sottolineato nelle scorse righe, non è Poste Italiane che eroga direttamente i mutui e, dunque, sarà possibile ottenere le stesse condizioni, o migliori, andando presso le banche che concedono il credito, come Intesa Sanpaolo o Deutsche Bank.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *